titleNewsletter.newsletter

Abito da testimone cercasi

Trend19/04/2018

C’è cosa più delicata dello scegliere un abito da testimone oppure da damigella se la sposa non offre particolari indicazioni?

L’errore, infatti è sempre dietro l’angolo e quello più comune in assoluto è di strafare e optare per l’effetto “bomboniera”. Se tra gli invitati si è poi l’unica ad aver scelto un abito importante, piuttosto impegnativo, e da sera, sarà difficile non sentirsi a disagio. Cosa fare per non sbagliare? Seguire alcune linee guida, chiamiamole “universali” per evitare eventuali disguidi.

Evitare il colore bianco o il panna così come i colori troppo accesi. L’errore da non commettere mai è quello di fare ombra alla sposa. Non c’è nulla di peggio dell’invitata che si presenta con un lungo abito color avorio o panna. Anche il rosa pallido è da valutare bene. Rosa sì, cipria nì. E se mai venisse scelto, andrà abbinato ad un coprispalla o ad una stola di un altro colore per distinguersi.

Il nero è assolutamente da bannare, dato che si tratta di un colore che rimanda al lutto. Infine, anche i colori accesi sono da evitare, distogliendo troppo l’attenzione dalla vera protagonista dell’evento: la sposa.

I nostri consigli sono quindi di scegliere tinte pastello, stampe floreali, e lunghezze adatte. Niente abito pomposo e nemmeno eccessivamente lungo (determinante sarà ovviamente l’orario del matrimonio, se di giorno o di sera). Il miglior compromesso è un abito al ginocchio, arricchito con rouches, volants o balze per creare un po’ di movimento senza strafare. Uno dei colori più gettonati e migliori in assoluto è il blu in tutta la sua gamma. Dal leggero carta da zucchero fino al blu anatra.

Qui alcuni esempi che potrete ritrovare ed acquistare da Class.

Altre notizie

Top
Top