Antiossidanti: ma esattamente, che cosa sono?

Trend11/10/2016

Ci ripetono, come un tormentone, che gli antiossidanti servono per neutralizzare i radicali liberi. Ma cosa sono, gli uni e gli altri? E come si assumono?

Come ben sapete, il nostro corpo è fatto, tra le altre cose, di cellule. Che lavorano 24 ore su 24, costruendo e riparando muscoli, ossa, pelle e altre parti del corpo. E come ogni cosa, lasciano anche prodotti di scarto. Una sostanza di scarto è proprio il radicale libero; ogni giorno il nostro corpo produce migliaia di queste molecole altamente reattive, che sono in grado di danneggiare le strutture cellulari come la membrana plasmatica e il DNA. Ebbene, i radicali liberi sono effettivamente nocivi perché accelerano i processi di invecchiamento cellulare, deprimendo il sistema immunitario e favorendo l’insorgenza di numerose malattie. Altre cose che potenziano i radicali liberi sono fumo, raggi UV, stress, alcol, farmaci, esercizi fisici molto faticosi. Cosa blocca i radicali liberi? Speciali sostanze antiossidanti che possono essere endogene (sintetizzate autonomamente) oppure esogene (presenti negli alimenti). Tra gli alimenti con buone proprietà antiossidanti vi sono i legumi, verdura e frutta, soprattutto kiwi, melograno, pomodori, uva rossa, oli vegetali crudi, bacche di Acai, mirtilli e frutti rossi, avocado, carote, cioccolato e te verde. Ma esistono anche integratori di vitamina E, vitamina C, carotenoidi e polifenoli, che si trovano in ogni buona farmacia. Cercateli nelle parafarmacie! E’ tutta salute.

Da Redazione

Altre notizie

Top