Camicissima: anche gli uomini osano il glicine (e vanno in bicicletta)

Trend30/04/2016

Il noto Brand italiano di camiceria sponsorizza una corsa ciclistica e celebra l’artigianalità italiana nel mondo.

La più famosa fra le gare ciclistiche su strada d’Italia: il 6 maggio partenza da Apeldoorn in Olanda per terminare poi il 29 maggio a Torino, con la partecipazione di capitan Nibali. A scortare i campioni sulla Safety Car dell’Astana Pro Team, ci sarà Camicissima. Il famoso marchio di camicie creato dalla famiglia Candido ha spaziato infatti dai vestiti alle biciclette, celebrando la manualità e l’artigianalità italiane con un evento svoltosi a Milano in aprile. Quel saper fare antico che sta alla base di una camicia come di una bicicletta e che rappresenta il vero valore del nostro paese. Elementi di valore che il consumatore finale riconosce subito. Così, fra bottoni e filati, come fra legno e titanio, si sono mosse le mani esperte di due generazioni di artigiani. Sarte e produttori di telai da bicicletta si sono confrontati sul mondo dell’ artigianalità, vera frontiera del lusso contemporaneo, sotto gli occhi degli ospiti del brand. Fabio Candido, Amministratore delegato di Fenicia SpA, l’azienda a cui fa capo il marchio Camicissima, nonché fondatore del marchio ha voluto valorizzare quei “lavori nobili e preziosi, che spesso restano dietro le quinte, perché riteniamo fondamentale che continuino ad essere appetibili per i giovani. Lo stile italiano, che anche il nostro marchio contribuisce a diffondere a livello globale, ha le sue fondamenta proprio in quest’attenzione ai dettagli, nella cura riservata alla scelta dei tessuti, nel know how unico che si traduce in tagli e abbinamenti di colore sempre eleganti.” A questo proposto, suggeriamo di fare un salto a vedere i nuovi botton down extra slim fit e le proposte in lino trendy, in colori sgargianti come salvia, glicine, zafferano.

Da Redazione

Altre notizie

Top