Consigli per un barbecue perfetto

Casa02/07/2019

Solo sulle braci ardenti, niente fiamma! Estate, tempo di barbecue. Ecco qualche consiglio per avere un risultato perfetto. 

In primis, il momento giusto per mettere il cibo sulla griglia è quando sul carbone di inizia a creare una patina di cenere bianca, ovvero quando le braci sono ardenti! Ai neofiti si suggerisce di cominciare con un grill a gas, o addirittura elettrico, per fare pratica. Teoricamente, bisognerebbe sempre avere con sé dei guanti ignifughi e un paio di pinze lunghe almeno 50 cm, per stare a distanza dal calore. Da evitare, il forchettone, perché buca la carne che in tal modo perde i liquidi e si indurisce  Meglio optare per una paletta, in particolare per maneggiare i cibi più delicati come il pesce, i gamberi e le verdure.

Gli esperti consigliano tipi di cottura interessanti, come ad esempio quella per “convenzione”: si mettono le braci da un lato del barbecue mentre sull’altro si posiziona una piccola teglia, poi si pone il cibo sulla griglia dal lato senza carbone ardente e si chiude il coperchio. In questo modo si crea una sorta di forno che simula quello a legna.  Se volete un risultato da professionisti, mettete sulle braci dei pezzetti di legno di rovere, pesco, melo o castagno, che danno un meraviglioso profumo, mentre le  erbe aromatiche se poste direttamente sul carbone emettono fumi nocivi. Meglio usarle per insaporire direttamente i cibi. Infine, vero tocco da maestri è la cosiddetta reazione di Maillard, che si ottiene solo in assenza di umidità e con temperature sopra i 160 gradi. Con il calore zuccheri, proteine e amminoacidi si trasformano. Perciò, per avere crosta croccante e interno succoso dovete asciugare bene la carne e metterla sulla griglia solo quando il termometro segna 180 gradi a coperchio chiuso… Non dimenticate di spennellare con olio prima della cottura. Trovate tutto quello che occorre per il barbecue da Leroy Merlin.

Altre notizie

Top