Newsletter

Registrati Il mio account

Logout

Contro i peli superflui? Olio di geranio

Beauty02/09/2018

Lavanda per la couperose, neroli per le smagliature…

Per ogni problema, c’è un olio essenziale. Ovvero, quella parte della pianta che viene distillata e contiene le essenze preziose per la soluzione di problemi che solitamente risolviamo con farmaci. Qualche esempio dei miracoli che fa madre natura?

Lavanda: l’olio essenziale è fantastico per la pelle afflitta da couperose e rosacea. Il geranio ritarda la crescita dei peli superflui e contrasta la ritenzione idrica. L’olio di neroli, che è la sostanza tratta dai fiori di arancio amaro, riduce le smagliature ed è efficace contro le cicatrici. Macchie cutanee? Provate con l’olio di incenso, estratto dalla Boswellia carterii, una pianta della famiglia delle Burseracee. Proprio lui viene definito l’olio della bellezza, per il suo potere di rendere luminosa e idratata la pelle. Pelle secca? Avete varie opportunità: camomilla, rosa e ylang ylang. Volete un deodorante naturale che annulli ogni odore sgradevole? Tea tree oil. Antimicrobico, spegne i batteri e azzera il loro effetto nefasto. Perfetto per chi ha la pelle grassa. In più, riduce il prurito in caso di punture di insetti e di scottature.

Se volete renderli efficaci, fate uno scrub mischiando due gocce di olio essenziale, sale grosso e olio vegetale. Lasciate in frigo un’ora e posate sulla pelle per dieci minuti, massaggiando e sciacquando.

Altre notizie

Top