Cosa mangiare dopo un allenamento

Trend27/12/2017

Dai primi 15 minuti alla successiva ora. A seconda del risultato che volete ottenere…

Dopo un allenamento il nostro corpo ha bisogno di ripristinare il livello di energia consumata, di controllare il senso di fame e la glicemia, nonché ri-bilanciare le riserve di sali minerali, vitamine, fibre, antiossidanti. Uno dei problemi che affliggono gli sportivi è la paura del catabolismo muscolare, ovvero il processo che avviene quando manca una scorta sufficiente di carboidrati, per cui l’organismo cerca correre al riparo attingendo dai muscoli e convertendo le proteine in energia. Ciò può accadere in un regime alimentare eccessivamente ipocalorico oppure durante uno sforzo fisico prolungato. Se si segue un regime ipocalorico intelligente, è molto difficile bruciare i muscoli. Cosa suggeriscono gli esperti? Pare che i 15 minuti post allenamento siano cruciali.

Lo spuntino post allenamento potrà essere a prevalenza glucidica o proteica con una dose minima lipidica; in breve potrà contenere  più carboidrati o proteine mantenendo una bassa percentuale di grassi. Quindi, se vorrete ripristinare le scorte di energia dovrete consumare cibi a medio alto indice glicemico come gallette, riso bianco, patate bollite, banane. Dopo una mezz’ora, questa tipologia di spuntino può essere integrata da cibi ricchi di proteine e lipidi come yogurt, tonno albume d’uovo e frutta secca. Nel caso in cui l’obiettivo sia la perdita di massa grassa, lo spuntino deve contenere prevalentemente proteine e aminoacidi ramificati, pochissimi carboidrati ad alto indice glicemico, ed una quantità di grassi insaturi. Ottimi, a questo proposito, alcuni integratori di aziende come Solgar o BioVita.

Altre notizie

Top