Cucina & tradizione: fave dei morti…

Cibo e mangiar bene02/11/2019

Alcune ricette della tradizione hanno un significato simbolico: a volte benaugurale, a volte commemorativo o come in questo caso di “accoglienza particolare”...

Dopo Halloween e le sue maschere si festeggia la più nostrana Giornata dei Morti, dedicata alla commemorazione dei defunti che in questo giorno per tradizione affrontano un lungo e faticoso viaggio dall’aldilà per tornare sulla terra e qui ricevono dai loro cari i popolari dolcetti chiamati appunto “Le Fave dei Morti”.

Le Fave dei Morti non sono altro che semplici e deliziosi biscottini a base di mandorle e zucchero, e se volete potete evitare l’utilizzo della farina per renderli adatti a celiaci e intolleranti al glutine. Rimarranno così anche più morbidi. Esistono numerose varianti di ricetta, noi vi segnaliamo questa davvero veloce. La preparazione è estremamente semplice: si macinano finemente 200 gr mandorle sgusciate con 50 gr di armelline (che donano un lieve gusto amarognolo) e 250 gr di zucchero. Si aggiungono quindi: un pizzico di ammoniaca per dolci, due tuorli e un bianco d’uovo sbattuto a parte! Si realizzano dei filoncini sul piano di lavoro cosparso di zucchero e si tagliano in medaglioni da schiacciare al centro. In forno a 180 gradi per 10 – 12 minuti.

Altre notizie

Top