titleNewsletter.newsletter

Ginnastica per la mente

Trend24/02/2018

Sentiamo spesso parlare di memoria e di esercizi che aiutano a svilupparla o meglio a tenerla in allenamento.. abbiamo fatto qualche ricerca e selezionato alcuni esercizi...

Le app per allenare la memoria per smartphone e tablet si sono moltiplicate nel tempo, e potrete trovarne davvero per tutti i gusti, ma gli esercizi che potremmo considerare “tradizionali”, in cui si deve usare carta e penna ad esempio, molto spesso risultano più divertenti. Ne abbiamo selezionati alcuni.

Lo scopo degli esercizi di allenamento per la memoria è di attivare e migliorare le reti neurali (i collegamenti-sinapsi tra aree di neuroni del cervello) diverse da quelle solitamente utilizzate. Il cervello è abitudinario e tende perciò ad usare in modo sistematico le stesse vie di memorizzazione, per migliorare le capacità mnemoniche invece lo si deve stimolare al cambiamento.

Scrivere con la mano “debole”: questo è un bell’esercizio che ha lo scopo specifico di creare nuove reti neurali. Se scriviamo con la mano destra dovremmo impegnarci a scrivere con la mano sinistra. O viceversa. E’ un po’ come tornare bambini. Sarà molto difficile all’inizio ma nel tempo la mano debole acquisirà le capacità stimolando ed attivando nuove aree del cervello.

Creatività e fantasia: cercare di risolvere azioni oggettivamente semplici, come versare un bicchiere d’acqua, in almeno 15 modalità diverse ed inconsuete usando la fantasia. Si partirà dalla più semplice, come stappare una bottiglia e versare l’acqua, o aprire il rubinetto e riempire il bicchiere, per passare a soluzioni sempre più complesse come scongelare cubetti di ghiaccio, raccogliere la pioggia, o di fantasia, andare su un ghiacciaio accendere un fuoco e scongelare la neve, andare nel deserto scavare un pozzo, fare la danza della pioggia, etc..

Giocare. Dai puzzle ai cruciverba, o sudoku, tutti i giochi che impegnano la mente nella ricerca di soluzioni complesse ma anche visive. È sempre un ottimo esercizio oltre che un passatempo che ci distoglie da smartphone e tablet, e dai pensieri ripetitivi quotidiani. Un altro modo di giocare con le parole è inventare una canzone o un racconto con senso più o meno compiuto, utilizzando 5 poi 10, poi 20 poi 30  parole obbligatorie. Ottimo allenamento!

Acrostici. L’acrostico è un esercizio interessante. Letteralmente sarebbe un componimento poetico o una frase ottenuta utilizzando le iniziali o la prima sillaba di una parola. Può essere utile anche per memorizzare sequenze o nomi propri di persona. Ad esempio l’acrostico di Marco: Meraviglioso Amore Ritorna Con Ottimismo oppure Magro, astuto, ricco, concreto, orgoglioso! Potrebbe essere divertente sfidarsi nel trovare il maggior numero di acrostici di senso compiuto partendo da parole elaborate.

E’ bene ricordare che la mente va alimentata con un sano riposo ed una alimentazione adeguata, e se volete un aiutino in più esistono integratori a base di minerali, vitamine, aminoacidi ed omega 3, che contribuiscono a ridurre lo stress ossidativo cellulare, a proteggere le cellule e ridurre i danni causati dai radicali liberi dannosi anche pei i neuroni.

Altre notizie

Top
Top