I libri da leggere prima dei vent’anni

Tempo libero02/09/2019

Esistono storie eterne, che superano i decenni grazie alla potenza del loro insegnamento.

Una di queste è il Giardino dei Finzi-Contini di Giorgio Bassani: un narratore senza nome ci guida nel mondo magico e irraggiungibile dei giovani Alberto e Micol Finzi-Contini, mentre le leggi razziali di lì a poco elimineranno ogni divario sociale.

Il linguaggio portentoso della favola surreale accompagna la saga della famiglia Buendia nel capolavoro di Gabriel Garcia Marquez, Cent’anni di solitudine. L’epicentro è il paese di Macondo, crocevia di una serie di solitudini incrociate che simboleggiano alla fine l’esistenza umana, portata in scena da un gruppo di quotidiani eroi.

1984 di George Orwell è una delle migliori descrizioni del totalitarismo: il potere si concentra in tre immensi super stati, Oceania, Eurasia ed Estasia e il protagonista, che lavora per il Ministero della Verità, nonostante abbia il compito di censurare quanto non in linea con la politica ufficiale, inizia a comportarsi in modo sovversivo.

Altri titoli sono La Storia di Elsa Morante, Se una notte d’inverno un viaggiatore di Italo Calvino, Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen e la Coscienza di Zeno di Italo Svevo.

Altre notizie

Top