Newsletter

Registrati Il mio account

Logout

Le meraviglie di Swarovski per il Flauto Magico di Mozart

05/08/2018

Il palcoscenico del Festival di Salisburgo illuminato dai cristalli.

Per il sesto anno consecutivo, Swarovski ha acceso il festival di Salisburgo. Alla prima del 27 luglio, in occasione del Flauto Magico di Mozart, costumi e accessori risplendevano con i cristalli del brand austriaco. Migliaia di ore e milioni di cristalli: tanto ci è voluto per produrre i pezzi di questa edizione. La designer viennese Ursula Kurdna ha creato un circo rutilante, aiutata dal capo scenografo del festival, Ian Meier: lo spirito scintillante  è stato infuso a oltre quaranta costumi. 

Qualche esempio? Gli stivaletti di pizzo delle Papagena Girls, i pantaloni di Stilt Walker con i suoi 13 piedi di altezza, decorati con oltre 50 diversi cristalli; i pezzi indossati dalle sei Pondle Checkers hanno richiesto ognuno cento ore di lavoro con 1.500 disegni realizzati con più di 150.000 cristalli customizzati e applicati a mano. Anche i costumi delle fanciulle per metà orso hanno richiesto 120 ore di lavoro. Le croci rosse delle nurse sono state fatte con 10.000 pietre rosse che baluginavano nel buio. La collaborazione di Swarovski con Salisburgo non si ferma qui. Altre due opere verranno illuminate dallo splendore del brand: due tiare create per l’Incoronazione di Poppa di Claudio Monteverdi e per The Queen of Spade di Pyotr Tchaikovsky.

Altre notizie

Top