Migliori sandali estivi: quali acquistare?

Trend20/05/2019

Per ottenere un prodotto che duri nel tempo e per preservare la salute dei piedi i sandali estivi devono essere comodi e di ottima qualità.

Quando andiamo a comprare un paio di sandali dobbiamo sempre tenere conto della sua qualità mettendo in secondo piano il fattore estetico. Ci sono donne che preferiscono avere migliaia di scarpe acquistate a basso costo, piuttosto che poche ma buone. Ma questo comportamento è assolutamente sbagliato e a lungo andare, comprometterà inevitabilmente la salute del piede.   

Inutile dire che un sandalo, per essere di qualità, deve essere realizzato in pelle naturale. Questo materiale è più traspirante e dura molto più a lungo. I sandali in tessuto sintetico invece, generano cattivi odori e sono soggetti a rovinarsi con molta più facilità.

Un buon sandalo si distingue dagli altri perché ha la suola morbida. Le calzature economiche invece, sono realizzate con suole di gomma. Lo svantaggio di queste è che quando si bagnano sono soggette a deformarsi e a rompersi. Oltre a controllare che la suola della scarpa sia in memory, è bene verificare la sua attaccatura. La suola deve essere saldamente legata alla scarpa.

Un altro fattore a cui prestare attenzione sono le fibbie e qualsiasi altro ornamento del sandalo. Come per le suole, questi devono essere solidamente attaccati alla scarpa con doppie cuciture e rinforzi.

Anche se può sembrare banale dirlo, provare il sandalo prima dell’acquisto è indispensabile. Dobbiamo sentire il piede a nostro agio sin dal primo momento in cui indossiamo la scarpa. Inoltre, il piede durante la camminata deve essere fermo, non oscillare o addirittura scivolare.

Indossare un sandalo per diverse ore può risultare difficile o doloroso. A meno che non si scelgano calzature di alta qualità come quelle di Primadonna.

Altre notizie

Top