Registrati Il mio account

Logout

Mondiali di ciclismo

Suggerimenti del personal trainer11/10/2018

La super salita di Innsbruck.

Dal 23 al 30 settembre si sono disputati a Innsbruck i mondiali di ciclismo, ma è un anno che gli sportivi ne parlano. Perché il percorso si preannuciava durissimo e lo è stato. La salita di Igls/Olympiaclimb è lunga ben 7,8 chilometri e ha una pendenza media del 5,5%: quindi un vero circuito spezzagambe, che ha messo a dura prova gli atleti. La rassegna è stata una delle più dure degli ultimi vent’anni ed è stato incoronato il re di questa disfida. A concorrere, i nomi migliori: Vincenzo Nibali, Chris Froome, Nairo Quintana, Fabio Aru, Tom Dumoulin fra gli altri. Ha vinto lo spagnolo Alejandro Valverde: il primo azzurro si è piazzato al quinto posto, si tratta di Gianni Moscon.

Chi volesse replicare le gesta dei campioni (magari non a Innsbruck!) deve sapere due cose fondamentali: per un allenamento di 4 ore è stimato si consumino 3.000 kcal, pertanto ogni ciclista ha bisogno di scorte di energia giornaliere pari a  65% carboidrati, 25% grassi e 15% proteine. Gli integratori essenziali sono gli aminoacidi a catena ramificata, che non vengono prodotti dall’organismo. I tre sostanziali sono leucina, isoleucina e valina. Insieme, questi aminoacidi rappresentano oltre il 33% delle proteine presenti nel muscolo. Dopo l’esercizio fisico, il corpo ha bisogno di un picco di insulina per portare nutrienti ai muscoli: ecco perché serve la maltodestrina, un carboidrato complesso con un indice glicemico elevato ma capace di essere assorbita rapidamente nel circolo ematico, generando un picco di insulina. Infine, un integratore indispensabile è la L-glutammina: riduce i tempi di recupero dopo l’esercizio fisico, previene la perdita di massa muscolare, favorisce il ripristino delle scorte di glicogeno e rafforza il sistema immunitario. 

Altre notizie

Top