Olio di mandorle dolci per la pelle scottata dal sole

Trend27/08/2017

Un rimedio naturale per re-idratare la pelle dopo giornate al mare.

Dalla spremitura a freddo del nocciolo della mandorla si ottiene un olio prezioso: giallo chiaro, delicato, all’apparenza grasso ma capace di essere assorbito subito dalla pelle. Gli egizi lo usavano per preparare unguenti da massaggio insieme a miele, cannella e vino aromatico. L’olio di mandorle contiene due sostanze elasticizzanti ed emollienti, l’acido linoleico e l’acido oleico, quest’ultimo in particolare lo rendono così importante per la nostra pelle. Inoltre, l’olio di mandorle contiene fitosteroli, che migliorano la microcircolazione della pelle e triacilgliceroli che aiutano a ricostruirne il film lipidico. Per questo è utile contro scottature, smagliature e capelli secchi. Perfetto in caso di pelle screpolata e irritazioni, attiva la riparazione della pelle, è tonificante e re-idrata. Ecco come usarlo al meglio.

Per scottature e ustioni, si aggiungono a 10 ml di olio di mandorle dieci gocce di olio essenziale di lavanda. Per prevenire le smagliature, olio di mandorle dolci puro o unito a olio essenziale di Tangerine e burro di karité. In caso di gravidanza, va usato puro, ogni sera, per evitare l’insorgere di smagliature dopo il parto (funziona davvero!). Al pari, usato puro funziona da idratante anche dopo una giornata al mare. Oltre che per la pelle, l’olio di mandorle è perfetto anche per la cura dei capelli. Emolliente idratante, ridona forza e luminosità ai capelli danneggiati da bagni di sole e di sale. Come usarlo? La sera, prima di coricarsi, massaggiare tutta la capigliatura con olio di mandorle dolci, avvolgere in un asciugamano caldo o, ancora meglio, nella pellicola trasparente lasciare in posa per tutta la notte. Poi, la mattina, procedere con un normale shampoo. Perché il suo effetto sia ulteriormente potenziato, si possono aggiungere olio essenziale di ylang-ylang, olio di cocco, burro di karité o di mango.

Altre notizie

Top