Polo uomo: 3 regole d'oro per non essere mai out

Trend29/06/2018

Voglia di un look pratico e alla moda? Si alla polo uomo, ma attenzione a non commettere passi falsi.

La polo è il classico indumento che non può mancare nel guardaroba maschile. Vale la pena però rispettare alcune regole per non correre il rischio di risultare goffi e banali.

Jeans e polo. Grazie al suo caratteristico design, la polo si abbina perfettamente a qualsiasi tipo di jeans. Skinni, stright, slim, a bermuda… non fa differenza. Tutto è lecito purchè non si oltrepassino i limiti. Questo significa che in presenza di una polo uomo con stampe, si dovrebbero evitare accostamenti con altre fantasie. Il rischio è di ricreare un look dall'aspetto un po troppo pesante.

Pantalone e polo. Anche se può sembrare abbastanza ovvio, molti cadono nell'errore di abbinare la polo con capi d'abbigliamento troppo formali e impegnativi. Per intenderci, sono assolutamente da bandire il pantalone classico elegante e i mocassini da cerimonia. L'accostamento polo pantalone va bene, ma solo se quest'ultimo ha un aspetto semplice e disinvolto.

La taglia giusta. Alcune persone indossano la polo uomo di una taglia più grande per un utilizzo pratico e comodo. L'errore è imperdonabile dal momento che si rischia di non valorizzare per niente la silhouette ricreando un look demodè e antiestetico. Rispettando le proprie taglie invece, l'effetto super cool è garantito. La regola vale anche all'opposto: una polo troppo stretta genera un effetto antiestetico, anche in presenza di fisici statuari. 

Le linee d'abbigliamento Cotton&Silk non deludono mai. È a loro che ci siamo ispirati

Altre notizie

Top