Newsletter

Potenziare il collagene con il fior di loto!

Trend17/01/2018

Il suo enzima blocca l’ossidazione delle proteine.

Negli anni Novanta, suscitò grande scalpore la capacità di un seme di fior di loto rimasto inattivo per 1200 anni, che di colpo riprese a germinare. Secondo le analisi postume, questo è stato reso possibile dalla presenza di una particolare enzima che ha impedito il deterioramento delle proteine, bloccando l’effetto dell’ossidazione – che aumenta per effetto di età, stress, stanchezza - su di esse. Perciò si è attribuita al fior di loto la capacità di evitare che i processi di invecchiamento accelerassero.

In particolare, sembra che gli estratti di fior di loto abbiano un effetto positivo nel loro influsso sul collagene, che è la proteina principale dei tessuti connettivi. Ebbene, Bottega Verde ha creato una nuova linea effetto lifting in cui il fior di loto è protagonista insieme ad acido ialuronico, burro di karité, derivati dalla soia. In particolare, per il décolleté ed il collo, due aree molto delicate, i derivati dalla soia agiscono in simbiosi con fior di loto ed estratti di alga. In più, c’è il siero speciale a base di ialuronico, ceramidi (i costituenti principali della barriera lipidica della pelle) ed estratto di fior di loto.

La nuova linea di Bottega Verde è senza parabeni, senza coloranti ed oli minerali, nonché priva di cessori di formaldeide.

Altre notizie

Top
Top