Ricette stellate anche per chi ha il diabete!

Cibo e mangiar bene09/12/2019

Fave, verdure, legumi e cereali non raffinati al centro della cucina

A lanciare la sfida è stato Giorgio Sesti, presidente della Fondazione Diabete e Ricerca. Perché non pensiamo mai ai diabetici quando elaboriamo ricette stellate? Un bel piatto a base di fave e cicoria è una classica ricetta della cucina povera italiana e specificamente pugliese. Una porzione fornisce un buon contenuto di calorie con un bilanciato contenuto di proteine, carboidrati e grassi di origine esclusivamente vegetali, e pertanto non nocivi per il diabete e per l’apparato cardio-vascolare. O ancora la pizz e fujè, una pizza di mais con verdure, proposta dagli amici abruzzesi: un piatto facile, senza glutine, vegano che mette insieme diverse verdure a foglia (sarebbe perfetta con i ‘cacigni’, la verdura selvatica mista di campagna) con la farina di polenta. E’ buonissima, sazia e ha un basso contenuto calorico.

Molte delle ricette raccolte da Sesti propongono varie versioni dello splendido accostamento dei legumi con verdure a foglia; ad esempio crema di fave e cicoria, oppure zuppa di cavoli e fagioli.  “Per questa iniziativa – spiega Francesco Purrello, presidente Sid – abbiamo coinvolto i tutti i responsabili regionali della società scientifica, chiedendo loro di inviarci delle ricette regionali gustose e amiche della salute. Per alcune stiamo mettendo a punto delle vere e proprie video-ricette con l’aiuto di chef stellati, da proporre al grande pubblico sui social per dare la massima diffusione a questo piacevole messaggio di prevenzione” (ricette e video ricette sono pubblicate sul sito www.siditalia.it ).

Alla base di questa iniziativa, c’è l’idea di raccogliere ricette regionali che insegnino a confezionare cibi sani, ma al tempo stesso molto buoni. Per sconfessare una volta per tutte il luogo comune “se è buon fa male”!  La dieta ideale per la prevenzione e il trattamento delle persone con diabete, ricordano gli esperti, prevede un’alimentazione ricca di fibre (da ortaggi, frutta, cereali non raffinati) e povera di grassi animali. I carboidrati da preferire sono cereali integrali, frutta, legumi e vegetali.

Altre notizie

Top