Scrub: esfoliare per poi nutrire

Beauty20/04/2019

Ma sapevate che il sale marino è uno dei prodotti migliori?

Cosa significa scrub? La nostra epidermide è composta, nella parte più superficiale, da cinque strati. Quello più esterno viene “esfoliato” quando rimuoviamo le impurità dalla superficie. Per farlo, dobbiamo effettuare una leggera abrasione. Mircosfere e granuli consentono un’esfoliazione di tipo meccanico. Un’operazione fondamentale per la bellezza e la salute delle nostra pelle, perché solo così le consentiamo di respirare davvero. Lo scrub è un trattamento indicato per rigenerare i tessuti cutanei ed esfoliare l'epidermide in modo dolce, ma energico. Dopo lo scrub, la pelle riacquista la sua naturale luminosità ed è pronta a ricevere le sostanze funzionali presenti nei trattamenti idratanti e nutrienti che andranno applicati successivamente.

Come effettuarlo? In profumeria ed erboristeria troviamo decine di ottimi prodotti destinati a questa funzione. Se volessimo dilettarci con un trattamento naturale e fai da te, la soluzione è: sale marino grosso, al naturale con aggiunta di un olio essenziale vegetale per nutrire la pelle. Il sale è infatti ricco di minerali purificanti, come il potassio che è antibatterico, lo zinco che equilibra il sebo e alimenta il collagene ed equilibra il Ph. Inoltre, la struttura a granelli del sale marino lo rende un esfoliante perfetto. L’altro ingrediente, l’olio vegetale, va scelto a seconda dei benefici che vogliamo ottenere: quello di Argan ha un effetto anti age perché ricco di antiossidanti, quello di mandorle dolci è drenante e anti cellulite, quello di avocado e albicocca è super nutriente.

Altre notizie

Top