Siete pronti per i funghi di primavera?

Sportwear10/06/2019

Giugno è ancora un mese propizio per una bella raccolta di porcini!

I cambiamenti climatici incidono un po’ su tutto, compresa la raccolta dei funghi! Generalmente i primi boleti (il porcino è fra questi) fanno la loro comparsa tra metà di aprile e metà maggio. Ma le stagioni pazzerelle, le incursioni di inverno nei mesi primaverili, le ondate di caldo africano quando non sono previste, cambiano le carte in tavola. Questa stagione, con le abbondanti piogge a cui ora segue il caldo, dovrebbe essere propizia per i funghi di giugno. Quali sono le condizioni favorevole ai funghi? Se non arrivano folate invernali tardive, se la pioggia è stata frequente senza diluvi, se l’acqua presente nell’humus e nel terreno rimane a lungo disponibile.

L’evaporazione dell’acqua avviene molto lentamente e l’arrivo dei primi tepori primaverili non fa altro che rendere favorevoli la prime nascite di funghi. I più favoriti sono di sicuro gli ambienti igrofili ovvero caratterizzati da presenza naturale di acqua. Siamo in condizioni di trovare funghi quando le temperature minime non scendono più sotto i 5/6° se non occasionalmente, e le massime si aggirano attorno ai 20°C. Bisogna che anche il terreno si svegli dalla staticità invernale, perché i miceli non si sviluppano a temperature inferiori ai 6/7°. Il terreno deve essere adeguatamente bagnato ma mai zuppo o fradicio.  

Ora quindi potrebbe essere il momento giusto per una bella passeggiata a caccia di funghi! Vi suggeriamo un bel paio di scarpe da trekking H100 Mid di Decathlon.

Altre notizie

Top