titleNewsletter.newsletter

Televisori: quali comprare (o regalare)

Idee regalo23/11/2017

La rivoluzione delle nuove frequenze impone di prestare attenzione ad alcuni parametri tecnici!

Nel 2020 si entrerà nella seconda era del digitale terrestre con il passaggio a nuove frequenze televisive e ciò implica la necessità di avere sul proprio televisore uno standard di trasmissione idoneo. Se fino a oggi quello utilizzato era DVB-T, quello nuovo sarà DVB-T2. Quando lo switch off sarà realtà, ovvero, secondo il Mise, nel 2022, in caso la nostra tv non fosse compatibile basterà acquistare un decoder. Ma in caso doveste comorare un televisore adesso, vi suggeriamo di controllare gli standard di trasmissione! Dal primo gennaio 2017 per i negozianti è scattato l’obbligo di vendere televisori già muniti di DVB-T2 o abbinati a un decoder compatibile. In più, il televisore dovrebbe essere idoneo al recente codec H265/HEVC.

Ma perché cambiano le frequenze? Per liberare quelle della banda 700, comprese fra i 694 e i 790 MHz e assegnarle alle telecomunicazioni mobili 4G e 5G. Le frequenze sulla banda 700 infatti arrivano meglio all’interno degli immobili e superano gli ostacoli con più facilità, garantendo miglior copertura per smartphone e tablet.

Andate a dare un occhio ai nuovi standard! Dal nuovo Sony KD55XE8577 con un contrasto straordinario al Philips 32PFS4132/12 led ultrasottile. Non c’è che l’imbarazzo della scelta!

Altre notizie

Top
Top