Un po’ hipster, un po’ classica

Trend23/04/2019

Rivoluzione e tradizione possono convivere al tuo braccio

Ci sono storie che non finiscono mai. Perché si radicano in valori forti, affascinanti. Uno è la Toscana, con la sua tradizione pellettiera; il secondo è la tendenza globe trotter degli anni Settanta, quel modo di vivere nomade che ancora ci incanta per spirito anticonformista e fuori dalle regole canoniche. Il terzo è l’estetica English style, così sapientemente classica. The Bridge unisce tutte queste anime da cinquant’anni risultando sempre meraviglioso. Moderno, elegante, al passo con i tempi.

Perché la rivoluzione digitale ci spinge a cercare il nuovo ma a farci confortare da ciò che già conosciamo, e la miscellanea che fa questo marchio fiorentino è perfetta. Sempre, indissolubilmente legata a un’attitudine slow life, nomade ed ecologica. Ogni singolo pezzo della collezione – reso unico da una lavorazione artigianale storicamente radicata a Firenze e in Toscana – diventa un pezzo di vita vissuta, un segnale di stile, un compagno di strada capace di interpretare il nuovo millennio con spirito bohème. Le immagini dell’ultima collezione lo dimostrano: dalla borsa bisaccia alla geometrica, alle piccole pochette, ogni pezzo è un incontro fra ciò che è consolidato e ciò che è ancora da scoprire.

Altre notizie

Top