Newsletter

Registrati Il mio account

Logout

Vuoi sapere qual è il tuo fondotinta ideale?

Trend22/11/2017

Guarda le vene all’interno del tuo braccio…

La texture giusta e il colore perfetto. Queste, sono le due caratteristiche da ricercare in un fondotinta. Sì, perché il colore della pelle è dato dalla somma di due fattori: il colore, o sottotono e la tonalità. La tipologia cromatica di pelle deriva da questa combinazione; poi, ci sono le caratteristiche endemiche della pelle: le pelli che si lucidano facilmente prediligono prodotti leggeri e opacizzanti, quelle che si disidratano devono utilizzare prodotti idratanti. Infine, le preferenze personali: c’è chi ama i prodotti compatti, chi si trova bene con consistenze cremose e chi tollera solamente le texture acquose e leggerissime. 

Detto ciò, possiamo affermare che il fondotinta debba sempre essere di un tono lievemente più chiaro rispetto al proprio incarnato, al massimo tono su tono, mai più scuro, perché tonalità più scure evidenziano tutte le imprecisioni: macchie, rughe, pori dilatati, linee di espressione. Il fondotinta sbagliato rovina tutto il trucco. La parte sottotono della pelle è quella che conferisce la tinta dominante e per capirla bisogna guardare le vene all’interno del braccio: se sono blu si è rosate, se sono verdi si tende a toni caldi, se sono indefinite la pelle ha quasi certamente un sottotono neutro. La tonalità esterna, ovvero chiara, media o scura dipende dalla concentrazione del colore: vi sono pelli pallidissime (Emma Stone) tendenti al bianco, pelli chiare che si arrossano in genere con capelli biondi o castani (Taylor Swift), pelli chiare ma che si abbronzano (Jennifer Lawrence) infine pelli scure, mediterranee (Ariana Grande).

Su questa base, sceglieremo il nostro fondotinta ideale, tenendo presente le caratteristiche della nostra pelle: se secca, lo vorremo idratante, se mista o grassa avrà texture leggere e opacizzanti, non oleose.

Trovare il vostro fondotinta perfetto non sarà più un problema...

Altre notizie

Top